Attività svolte

COSA ABBIAMO FATTO:
Ad oggi l’Associazione, ha già compiuto parecchie iniziative, le principali rappresentate da :
– collaborazione con gli operatori del Centro, durante tutte le attività di screening glicemici
– remunerazione economica di un dirigente medico negli anni 2009-2010-2011 operante al’interno del Centro
– remunerazione di uno Psicologo per un progetto di sostegno ai pazienti diabetici con difficoltà di accettazione di malattia nell’anno 2009, 2012 e 2013
– incontri serali con cena e danza dei pazienti diabetici afferenti al Centro, al fine di consolidare il concetto della possibilità di una vita sociale normale
– acquisto di poltrona medicale professionale reclinabile in pelle per l’esecuzione di tests diagnostici
– remunerazione di due personal trainer per il corso di attività fisica per i pazienti diabetici, iniziato nel febbraio 2012 e da marzo 2017 di una terza figura con laurea specialistica in scienze legata alla necessità di far fronte alle molte richieste di incrementare l’attività fisica, visto gli oggettivi risultati positivi ottenuti, sia sui parametri metabolici, che quelli psicologici. L’attività fisica è stata possibile mediante acquisto di strumenti professionali (un Tapis Roulant, due Cyclette tappeti professionali per esercizi a terra); questa attività è stata possibile grazie all’utilizzo degli spazi della palestra dell’istituto Don Gnocchi, che li ha messi a disposizione gratuitamente, in alcune fasce orarie settimanali
– acquisto di strumento per Holter Glicemico per i pazienti del Centro, cioè abbiamo attrezzato il centro di uno strumento che permette ai sanitari di rilevare l’andamento della glicemia in qualunque momento dell’arco giornaliero, finalizzato a attuare una terapia mirata a quello specifico paziente
– weekend educativi sui fondamenti della gestione della sindrome diabetica, in luoghi di vacanza, per 15 pazienti in trattamento insulinico, con assistenza dei volontari e di alcuni componenti del Centro Diabetologico ( due medici e due infermiere), due personal-trainer e lo specialista psicologo (questi ultimi remunerati dalla associazione), finalizzati anche questi a valutare la possibilità di condurre una vita il pù possibile non penalizzata dal diabete
– Come società di solidarietà abbiamo partecipato ai bisogni economici di pazienti con disagi economici, consentito supporto economico per un intervento cardiologico ad un bambino Africano come da richiesta di un sacerdote missionario, come pure un discreto contributo per le popolazioni terremotate
– Abbiamo proseguito quotidianamente con il supporto alle attività del Centro diabetologico, acquisendo due saturimetri ad arricchimento degli strumenti di valutazione degli effetti della attività fisica e ancora pù significativo l’acquisto di una bilancia impedenziometrica fondamentale sia per la valutazione degli effetti della distribuzione dei componenti corporei ( contenuto della quota lipidica, proteica e liquida del corpo) dopo dieta accurata e momento di grande rilievo, dopo attività fisica.
– Siamo riusciti a consentire l’acquisto ad un costo accessibile, di sensori della glicemia a pazienti in trattamento con insulina e con diabete in scarso compenso, con risparmio della necessità di effettuare un numero intollerabile di determinazione da puntura da dito, della glicemia durante la giornata. Questo strumento è di recente realizzazione, e non di rimborsabilità dal SSR.
– Recente donazione alla struttura diabetologica di un RETINOGAFO per la valutazione del fondo oculare, risparmiando al paziente le difficoltà di effettuare il periodico Fondo oculare
Quanto qui sopra declinato è solo una parte delle attività che quotidianamente la Associazione effettua e come detto nella fase iniziale non viene trascurata mai la partecipazione alle varie iniziative, da parte dei volontari, molto motivati e instancabili, che il Centro Diabetologico, con un impegno, che ormai è diventato giornaliero, e rimane assolutamente negli obiettivi della nostra associazione.

Presidente associazione “Diabete e Solidarietà”